update 04.05.2019
           
 
 
 
 

VIDEO CHIAMATA
Forse sono ancora legato al periodo in cui si mettevano i gettoni nel telefono dentro la cabina e alle volte la fila che si creava dietro era come quelle macchine che aspettano i tuoi porci comodi.
Forse sono ancora terrorizzato dal mastodontico telefono grigio con i la ruota e i numeri nei buchi da prendere e portare a fondo scala e poi far cadere verso il loro posto, il prefisso, le schede telefoniche.
Forse ho poche cose da dire e le tengo strette in gola, forse nessuno ha qualcosa di tanto importante da dirmi da non poter fare a meno di aspettare.
Sono stanco di andare piano dietro stupidi che controllano le chat, che guardano le stories, che scorrono al timeline al semaforo rosso.
Il messaggio vocale che non si sente, lo smartphone all'orecchio.
La video chiamata on the way.
In coda con una chiamata in coda.