update 24.11.2019
           
 
 
 
 

SCELTE DI VITA
Tutti hanno un loro parere sulla faccenda, non si può essere passivi ed ignoranti, ma non tutti si sentono in dovere di manifestarle.
A lanciarmi su analisi globali del mercato dell'acciaio ci penso bene e preferisco lanciarmi dallo scoglio a Novembre inoltrato.
La fabbrica inquina, uccide e devasta, questa è la mia conclusione!
La fabbrica l'ho vissuta e subita passivamente, mio padre operaio, che faceva gli straordinari i giorni di festa e spesso a Natale, a Capodanno a Pasqua non era con noi, che mentre andavo la domenica pomeriggio in bicicletta al campetto per giocare a calcio spesso lo incrociavo alla fermata dell'autobus che aspettava la corsa APPIA dell'Amat!
La fabbrica si è presa letteralmente la vita di tante persone, e non parlarne apertamente non significa essere disinteressati al problema, così come parlarne non aiuta a risolvere il problema.

Tanti hanno scelto questa vita, vi siete pagati il mutuo, il similSUV, le vacanze... Non è la mia scelta, non è la mia vita.


marzo 2002